QUANTUM ART & SCIENCE, FOR RESPONSIBLE SOCIETY ( QUASSI-PROJECT 2015)

QUANTUM ART & SCIENCE, FOR RESPONSIBLE SOCIETY ( QUASSI-PROJECT 2015)

” The world began without man and will end without him”

Claude Levi-Straus wrote  ” The world began without man and will end without him” , so that if we will to avoid the death of Man , the challenge is very hard but become the essential need of our century.
From my point of view it is important to understand that the man is a product of the self-organization of the evolution Universe , so that man is not at the center of the natural knowledge but its only a part that risk to be excluded if do not deeply change the limits of mechanic knowledge of the obsolete industrial society that produces the cancer and progressively destroy the life systems in our planet.
Therefore ,as an Eureka Moment, i think better to exclude the man as an onserver at the center of the space time :
see:

Egocreanet would be simulate the consciousness about the need of concept rethinking and overcoming the conceptual limits of mechanical thought that in our epoch degenerate a deep disaster of the living system in our planet  in the transition between the collapse of the  industrial society and the future knowledge society.

The QUANTUM TIME MATRIX , as an Eureka Moment of plurality of space-times dimensions, correspond to a tentative to develop a constructivistic approach to reneve knowledge by means an alternative thinking open to an international debate about better alternatives of our conception of space-time on the fundamental base of the  overcoming the arbitrary dualism between subject and object of the brain’s perception.
See in Italian and English in:  http://www.edscuola.eu/wordpress/?p=53525,
see also th search or partners to QUASSI -HORIZON PROJECT with science and for society 2015 in :  http://www.caosmanagement.it/194-developing-a-responsible-research-and-innovation-for-change;
——————————————————————————————————————————————
You can find the The QUASSI PROJECT premise written for a SEARCH FOR PARTNERS in:
——————————————————————————————————————————————-
 Egocreanet underline that ur perception and understanding of the realities of environment are always mediated by space-time concepts.
Changing the position of Man to the center of space-time , we can look to the emergence of a matrix dominion os -space-time . So that through the exclusion of human controler posed at the center of space-time may become possible to understand the existence of an emergent  reality that it is not manifest to the perception  based on senses and an false idea of objectivity.
The Quantum Brain reconstruction of reality  in relation to the space-time matrix permits to better understand what we traditionally are not able to see so that we have difficult to get a scientific interpretation of the effective complexity of both, perceived reality& virtual-reality.
I suggest to read   the ON LIFE MANIFESTO AN INITIATIVE OF LUCIANO FLORIDI in:                       https://www.academia.edu/9742506/The_Onlife_Manifesto_-_Being_Human_in_a_Hyperconnected_Era
 EGOCREANET would participate to such  “the Onlife Initiative,” a one-year project funded by the European Commission to study the deployment of ICTs and its effects on the human condition – Inspires reflection on the ways in which a hyperconnected world forces the rethinking of the conceptual frameworks on which policies are built .
My best regards and cordiality’s to all of you . I hope to receive contributions to the participation as partners to the QUASSI-Project . Paolo Manzelli 08th/IAN/2015 —
PAOLO  MANZELLI
Director of LRE/EGO-CreaNet – University of Florence
EGOCREANET- VALIDATED EUROPEAN -PIC = 959882416
c/o BUSINESS INCUBATOR  ,
POLO SCIENTIFICO UNIVERSITA’ di FIRENZE
50019 -SESTO F.no- 50019 Firenze-
Via Madonna dl Piano ,06
-room: d.132: Phone: +39/055-4574662 Fax: +39/055 2756219
Mobile: +39/335-6760004; SKIPE “manzelli3”

Advertisements

“Dalla Sicurezza Alimentare alla Sovranità Alimentare”

“Dalla Sicurezza Alimentare alla Sovranità Alimentare”

<Il futuro del cibo è il futuro della vita> (*)

Paolo Manzelli – Presidente EGOCREANET, egocreanet2012@gmail.com

 “Sovranità Alimentare” significa il diritto di tutti gli uomini di organizzarsi per condividere l’ impegno di nutrirsi con alimenti sani ed accessibili. La Sovranita’  Alimentare  consiste pertanto nel favorire e promuovere la riduzione della fame e della povertà con strategie di sviluppo mirate a individuare sistemi di produzione alimentare che sviluppino le oppotunita’ di vivere in salute e benessere. Pertanto il tema del diritto al cibo ed alla salute è parte essenziale della cultura dello sviluppo le cui azioni si attuano progettando azioni e programmi  finalizzati a rinnovare le strategie di cambiamento della nutrizione e salute che riguardano tutti come cittadini, consumatori e produttori. Pertanto la Sovranita’ Alimentare e’ un sostanziale impegno ed una scelta di vita sana di tutte le persone le quali condividano  buone pratiche di sviluppo alimentare e l’ adozione di  nuovi stili di vita necessari a  promuovere concrete forme di cambiamento dell’attuale modello di sviluppo mercantile-consumistico. Sovranità Alimentare significa anche la possibilità per gli Stati, le regioni, le comunità locali in tutto il mondo, di poter decidere autonomamente cosa produrre, e  scegliere metodi di coltivazione sostenibili, rispettosi dell’ambiente della bio-diversita’ e delle tradizioni locali, e di individuare su quali mercati e a quali destinatari indirizzare la produzione degli  alimenti, per offrire cibi sani e a prezzi accessibili anche nelle zone meno fertili della terra al fine di promuovere la riduzione della fame la malnutrizione e la povertà . (1)

→ Linee e strategie di gestione responsabile della terra.

Gli ostacoli che provocano la difficolta’ o mancanza  di accesso alla coltivazione della terra, nonche’ alla distruzione della fetilita’ dell’ humus, sono tra i principali fattori negativi  per la Sovranità Alimentare e lo sviluppo dell’agricoltura ; quindi tali fattori rappresentano un rischio per il mantenimento o per l’aumento di comunità rurali più sostenibili capaci di contribuire alla crescita effettiva della Sovranita’ Alimentare.Diversamente dalle esigenze di sviluppo della Sovranita’ Alimentare, si assiste ad una competizione nel mondo per la accaparramento di terreni (LAND GRABBING = una forma di neocolonialismo per il controllo della terra) ), riguardante  pratiche di acquisizione su larga scala di terreni agricoli ,che è particolarmente attiva nei paesi in via di sviluppo, mediante affitto pluriennale o acquisto di grandi estensioni agrarie da parte di compagnie multinazionali , governi stranieri e singoli soggetti privati . (2)

Tale fenomeno sta diventando sempre piu’ diffuso, cosi che ha assunto una particolare connotazione di crescita del profitto a favore della “Societa’ Industriale”, a partire dagli anni 2007-2008, quando l’accaparramento di terre è stata  conseguenza della recente crisi dei prezzi alimentari  e della volontà, da parte di alcuni paesi altamente industrializzati , di assicurarsi le proprie riserve alimentari  al fine di tutelare la propria sicurezza nella fornitura di cibo nel settore del mercato alimentare, gestito ormai dai grandi supermercati. Inoltre il Land Grabbing è stato orientato dalla necessita’ di utilizzare i terreni per la  produzione di Bio-Carburanti da prodotti agricoli, che a partire dagli anni 2000 ha trovato uno sviluppo crescente in parallelo con la crescita del prezzo del petrolio come fonte alternativa di energia rinnovabile, che purtroppo entra in competizione con l’ utilizzazione della terra per uso alimentare. Per uscire a tali contraddittoria competizione tra energie alternative e produzione di alimenti,  è necessario adeguare ogni territorio   alla propria bio-capacita ed agire sulle sue potenzialita’ di  evoluzione viste in termini di KBBE ( Knowledge based Bio-economy).  Cio’ in modo da poter migliorare la fertilita’ ecologica del terreno come orizzonte e riferimento eco-economico per poter ri-orientare la propria organizzazione socio-economica locale nell’ ambito dello sviluppo globale della futura societa’ della conoscenza. (3) .

à Prosperità e privilegi senza sviluppo determinano il collasso ineluttabile della societa’ industriale .

La “crescita illimitata” è stato  dogma del sistema economico della produzione industriale, ma è proprio il prevalente costante aumento del profitto finanziario il problema attuale che determina la irreversibile crisi contemporanea del modello di produzione e commercio della ormai obsoleta “Societa’ Industriale” .

Il cambiamento che conduce alla ristrutturazione sociale ed economica della futura “Societa’ della Conoscenza” è ormai in atto, al di la delle contraddizioni e delle  resistenze che si incontrano in tale transizione epocale viste in termini di  programmabili rischi ed anche inaspettate disgrazie ed eventi.

  • La ECO-ECONOMIA CICLICA : Programmazione indirizzata ad evitare i rischi di completo collasso socio economico correlate alle crescenti incertezze di approvvigionamento idrico e di cibo ed alle conseguenti emissioni i rifiuti inquinanti e di CO2 , che rendono necessaria la attuazione ciclica del ripristino delle risorse naturali ottenibile mediante la gestione condivisa e collaborativa di processi di produzione agraria. (4)

Con la “economia ciclica ed ecologica” attuata in sostituzione della  la strategia tradizionale lineare di consumi che vengono dismessi e bruciati come rifiuti,  in vero potra’ essere ridotta la rapida obsolescenza del modello di produzione industriale, benche’ la esigenza di un nuovo modello di sistema socio economico della Societa’ della Conoscenza diventi sempre piu’ forte a causa dell’ aumento della popolazione mondiale e del ritmo con cui si procede verso l’ esaurimento delle risorse naturali e la decrescita sistematica del lavoro.

Per quanto importante, infatti non bastera ‘ recuperare le materie prime , creando con modelli di consumo circolari il parziale recupero delle materie prime piu’ preziose. Comunque la eco-economia di ciclo integrato- collaborativo puo’ produrre indubbi benefici allo sviluppo contemporaneo, anche perche’ con essa si  inizia a rimodellare il sistema strategicamente competitivo della produzione industriale, trasformandolo gradualmente  in un sistema cooperativo, almeno in una dimensione locale e di micro-economia, tale che il sistema socio-economico diventi  portatore di un piu’ efficiente impiego delle risorse nel quadro della mission della “Sovranita Alimentare” che ancora è difficilmente gestibile a livello macro-economico globale.

La ECO- BIO ECONOMIA : Nuove prospettive ed orientamenti di sviluppo.

La visione della moderna  “Eco-Bio-Economy”  persegue l’obiettivo  di favorire una “innovazione dirompente” che prevede nel lungo termine una trasformazione della Societa Industriale e dei suoi principi di competitivita’ aziendale  per  realizzare  ricerca e innovazione responsabile e collaborativa allo scopo principale di prevenire la fame nel mondo, sviluppando la “Sovranita Alimentare” in tutte le sue forme.

 Tale obiettivo in gran misura visionario si ritiene  possibile raggiungerlo proprio in quanto aumenta rapidamente l’ interscambio in rete dei flussi di conoscenza ed innovazione culturale condivisa, i quali  non sono direttamente incorporati in  beni materiali e nei relativi flussi del capitale economico. Pertanto la competitivita’, il motore della crescita della Societa’Iindustriale si trova  ad essere oggi irrimediabilmente inceppato ed infatti rischia pericolosamente di girare a vuoto nell’ ambito sovrastruttura fine a se stessa del capitale finanziario .Sono infatti le nuove conoscenze che circolando nella rete quelle che determinano la probabilita’ di successo di  sostanziali cambiamenti, che in questa fase di transizione creativa verso la Societa’ della Conoscenza, restano invisibili alla economia di mercato, non potendo essere iscritti nel PIL,  perche’ prevalente basati su attivita “No for Profit” e di volontariato scientifico e culturale internazionale. Inoltre il terzo settore  basato su no-for profit , apre la strada a nuovi paradigmi concettualmente transdisciplinari e collaborativi il programma Europeo HORIZON 2020 , che richiede una visone radicalmente nuova di co-operazione multi-attoriale tra ricerca ed impresa, in una strategia di trasformazione socio-economica basata su nuovi paradigmi socio economici adeguati a nuovi orizzonti strategici di cambiamento dello sviluppo della vecchia concezione industriale. (5).

 In particolare la strategia di HORIZON 2020 prende in attenta considerazione le stime analizzate alle Nazioni Unite per le quali la popolazione mondiale, che nel 1927 era di 2 Miliardi ,  raggiungerà i 7 miliardi nel 2015 e si attesterà attorno 9/10 miliardi nel 2050. Tale enorme incremento è dovuto soprattutto ai  paesi  in via di sviluppo. Questi dati mettono in evidenza la necessita di procedere  attraverso la realizzazione di nuovi  rinnovati prodotti e processi di produzione alimentare di alta qualita’ nutritiva ,a sostegno della Sovranita Alimentare, che dovranno essere  associati ad una economia fondata sulla distribuzione equa delle risorse  e dedicata al miglioramento della vita ed  in particolare della salute umana anche attraverso l’uso razionale delle risorse ambientali. Cio’ sara possibile superando nettamente gli stereotipi di competitvita’ aziendale della societa’ mercantile, la cui persistenza sta acuendo la congiuntura economica attuale, rischiando di trasformarla in un disastro di dimensione mondiale e senza appello.  Infatti il sistema di produzione agroalimentare contemporaneo proseguendo con le passate logiche di sviluppo della Societa’ Industriale globalmente competitiva, trova sempre maggiore difficoltà di sopravvivenza causata dallo scempio delle foreste, la erosione dei terreni e la decrescita della biodiversità, tutto cio’  nel mentre la popolazione mondiale è in crescita esponenziale. Come conseguenza di una pressione demografica cosi elevata diviene di estrema urgenza la ricerca di nuove risorse alimentari rinnovabili.

 

  • NUOVE FONTI ALIMENTARI .

 

Tra le nuove possibilita’ di produzione alimentare sono ben note le “Micro alghe” appartenenti alla famiglia dei ciano-batteri che sono utili in quanto coltivabili anche in terreni “non arabili”. Esse sono  alimenti che hanno una elevata capacita di assorbimento in acqua della CO2, ed anche possono essere utilizzati come produzione di energia da biomasse. Dal punto i vista alimentare tali alghe ( in particolare la “Spirulina”) hanno un alto potere nutritivo e anti ossidante ( contengono proteine vegetali ,carboidrati, vitamine ed acidi grassi essenziali come omega3  ecc..) inoltre permettono di realizzare un sistema di produzione integrato sul modello della “economia ciclica” delle Fattorie del Futuro, dove contemporaneamente alla produzione di alimenti si ricava energia e si recupera la CO2 per la crescita di biomasse. (6)

http://www.genitronsviluppo.com/genitronsviluppocom-about-us-presentazione-del-progetto/

Inoltre si pensa di valorizzare come cibo i prodotti reperibili nelle foreste per valorizzarne l’ importanza e la sostenibilita’ alimentare per tramite la realizzazione di numerosi prodotti nutraceutici, la coltivazione di funghi ed anche l’ utilizzazione di allevamenti di insetti per estrarne proteine e potenziali nuove fonti di cibo del futuro . (7)

  • Sovranita alimentare e sviluppo della ricerca della Biologia Quantistica.

La Sovranita alimentare potra’ infine ottenere inaspettate soluzioni da lo sviluppo della innovazione delle conoscenze nel settore della “biologia quantistica” applicata alle scienze della vita. Questo e’ un campo di ricerca ed innovazione di importanza strategica per Horizon 2020 nell’ ambito della creazione di una bioeconomia-europea basata sulla conoscenza. In particolare lo studio degli effetti dell’ “entanglement quantistico” , stanno conducendo ad una miglior comprensione la “fotosintesi delle piante” e cioe di uno dei piu importanti elementi di costruzione del sistema vivente nel nostro pianeta Questi recenti studi permetteranno di ottenere una più profonda comprensione di come la natura sfrutti gli effetti quantistici per la produzione agricola e quindi sono potenzialmente in grado di spianare la strada per la realizzazione di una nuova generazione di piante piu’ efficienti nell’ attuare la fotosintesi e con essa la produzione alimentare del futuro.
(*)-  Sintesi della Relazione di Paolo Manzelli al corso: Laboratori dal Basso “GREEN BUSINESS – Alimenta l’impresa” finanziata dall’ARTI – Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione ARTI e promossa da APULIA KUNDI – www.apuliakundi.it  Associazione di ricerca e divulgazione scientifica. Il Laboratorio che avrà inizio il 27 novembre 2014 ore 15.00-18.00 – in Bari .

.BIBLIO ON LINE

1)- NUTRA AFRICA PROJECT: http://www.edscuola.eu/wordpress/?p=39173,,Paolo Manzelli <pmanzelli.lre@gmail.com> http://www.caosmanagement.it/archivio-riviste/24-numero-86/109-the-nutra-africa-project,  e Nutra Africa in Facebook: https://www.facebook.com/groups/483765628411000/

2)-SEMINIAMO il FURURO : http://www.cast-ong.org/in-italia/progetti/seminiamo-il-futuro/

3) – GROW ?:  http://www.oxfam.org/en/grow/campaigns/about-grow

4) – Circular ECO- Economy : http://www.greenreport.it/news/consumi/economia-circolare-responsabilita-dei-produttori/; http://www.eea.europa.eu/it/segnali/segnali-2014/articoli/leconomia-efficiente-nellimpiego-delle-risorse;

5)- Nutra-Scienza: http://www.caosmanagement.it/menu-80/29-progettazione-nutra-scienza-per-horizon-2020 ; “Bio-Economy”: http://www.bmel.de/SharedDocs/Downloads/EN/Publications/NatPolicyStrategyBioeconomy.pdf?__blob=publicationFile

6) Spirulina-Food : http://www.edscuola.eu/wordpress/?p=50963; BioFuel : http://www.mab3.dk/

7)- QQ QuantumPhotosyntheses:  http://www.33rdsquare.com/2014/01/quantum-mechanics-explains-efficiency.html

INVITATION QUANTUM ARR SCIENCE & SOCIETY FOR INNOVATION PROJECT .

INVITATION: RRI – SCIENCE WITH AND FOR SOCIETY PROGRAM to foster Responsible Research and Innovation (RRI) in Europe and worldwide.
RRI is a process where all societal actors (researchers, citizens, policy makers, business) cooperate together during the whole research and innovation (R&I) process, in order to align its outcomes to the values, needs and expectations developing future Knowledge society.

In that mission of SCIENCE WITH AND FOR SOCIETY 2015 . EGOCREANET- (NGO in R&D in Florence (IT) would search for partners for developing CITIZEN SCIENCE to favor the advancement of responsible R&I ( see:H-2020 ISSI-5-2014. dead 16th09/2015. –>

The risks of industrial collapse (*) requires sustainable management for developing a Responsible Research and Innovation Plan covering a modern scientific and artistic culture to enhance the consciousness in science with and for society , through realize responsible dissemination of the advanced science & tech of bio-economy (*) in a changing world.

The QUASSI (QUANTUM ART ,SCIENCE ,SOCIETY INNOVATION ) Project would develop a innovation-friendly communication together with taking social-responsibility aspects taking into account of the importance of advanced Quantum Biology. (**) Goals and guiding principles are to obtain a large impact in developing an innovative approach to release and disseminate the advancements of Quantum science to the European bio-economy strategy policy focused in favor to understand new quantum concepts applications concerning large trans-disciplinary areas of research and development . This cultural change strategy will give an important impetus in respect of the structural changes required to strengthen . the structural and cognitive transition between industrial society and knowledge society . (*)_ http://www.caosmanagement.it/183-the-imminent-risk-of&#8230;; (**)- CITIZEN-SCIENCE :http://en.wikipedia.org/wiki/Citizen_science : see in facebook :https://www.facebook.com/hariohmshantihi;

The focus of the QUASSI project on Creativity development on Quantum Cognition implies an ability to share at world wide dimension , a better understandig of how science with an for society can develop responsible innovation – The QUASSI project promoted by EGOCREANET and Coodinated by EurA Consult AG – Niederlassung Nord in Bio Tecnologies, lookforward to the possibly to become the focus of future societal knowledge change , not just for now but at some very near future time as requested by Horizon 2020 Science and Society programs .
The QUASSI project would look for give a responsible contribution to a long range strategic better future.
So that QUASSI proposal can be seen a responsible proposal that shall include an analysis of the main problems and challenges, as well as a set of specific implementing actions aiming at the necessary structural change in order to approah to a better solutions to global challenges of our planet as: 1) climate change ,2)drinking water,,3) population growth,4)alternative energy, 5)food quality and novel sources of nutrition.
So that both Egocreanet and EurA Consult AG ask to the potential partners and stakeholders to take this into consideration for collaborate ro a succersul H-2020 ISSI-5-2014 project to make an project in the right.to . SCIENCE & SOCIETY 2015 call. H2020-ISSI-2015-1 (CSA). within the deadline dates for both: 16-09-2015.

–egocreanet2012@gmail.com

QUANTUM-CREATIVITY

Il design contemporaneo non è un semplice Afterthouhgt “

di Paolo Manzelli, Presidente EGOCREANET. < egocreanet2012@gmail.com >

L’obiettivo della conferenza e cambiamento concettuale.

Le idee e le ipotesi che sono al centro di questa conferenza sono orientati a definire le priorità del cambiamento tra la società industriale, ormai obsoleto, e il futuro della società della conoscenza. In questo contesto di transizione epocale tra due modi di interpretare lo sviluppo, il futuro del design, non deve essere più visto come un semplice ripensamento della vecchia disciplina di “Industrial design”, ma piuttosto deve essere interpretato come una nuova combinazione di multi -disciplinary e networking multi-attore, in grado di condividere una dimensione di cross-fertilità delle competenze collaborative. Ciò diventa possibile combinando le caratteristiche analitiche della scienza, con l’approccio costruttivo del design e la creatività dell’arte. Quindi siamo d’accordo che la “Scientific New Design” diventare un risultato proveniente dalla condivisione di idee e innovazione tra le diverse competenze, che oggi possono essere considerati come un disegno interattivo post-industriale trans-didciplinary. So che la “Scientific New Design” diventano distinto da . il design tradizionale della società pre-industriale e industriale Il nuovo paradigma (NBIC) è oggi il paradigma di riferimento della “Scienza-New Design” e si chiama: “NANO-BIO-INFO-COGNO” dalle iniziali di nanotecnologia, e biotecnologie, e quelli di ITC, che sono catalizzate da cambiamento cognitivo. Questa paradigma “NBIC” può essere visto come una conseguenza della necessità di manipolare materiali che non hanno più una macro-dimensione, questo perché nuovi materiali sono normalmente strutture molecolari o dispositivi sub-microscopici in grado di vedere le dimensioni nano-scala. (1)

Creatività trasformativa:

Nel quadro del paradigma (NDIC), il “futuro del design” è caratterizzato in primo luogo dalla capacità di visualizzare sfide sociali, economiche e culturali del cambiamento e quindi può essere concepito come un “Nuovo Design for Social Innovation”. Pertanto, il tradizionale settore del design industriale sta cambiando, spostando decisamente verso un “nuovo rinascimento intellettuale”, che diventa basa sia sui valori scientifici e umanistici. Designer contemporanei diventano catalizzatori del cambiamento in quanto sono orientati verso lo sviluppo di soluzioni per rilanciare i grandi temi sociali contemporanei. L’avanguardia del “Design Nuovo Scientifico” sta creando una nuova visione trans-disciplinare che converge sullo sviluppo delle tecnologie emergenti future. Di conseguenza in questo ambito, i moderni modifiche di progettazione e espande il suo lavoro, che coinvolge le reti di competenze multiple nel segno della creatività e con l’uso della metodologia di “Disruptive Innovation”, finalizzato alla trasformazione della società industriale nella futura società della conoscenza. Lo sviluppo di conoscenze condivise e interative, richiede, in primo luogo, di una nuova visione per modificare i processi di progettazione, che si riferisce ad una proroga del “quantum / probabilistico” scienza, al fine di sostituire la vecchia concezione (ad esempio “macroscopico / deterministico “) della meccanica classica, che si fondano sulla base di relazioni causa-effetto. Questo cambiamento di orientamento concettuale, incentrato sulla scienza quantistica, determina il conseguente rinnovamento della “Scienza Nuova-Design” verso Disruptive -L’innovazione, in cui il termine “dirompente” si riferisce alla mancanza di una struttura consolidata per il cambiamento. Quanto sopra sicuramente modificare la programmazione del design contemporaneo da quello che in precedenza aveva come riferimento il paradigma classico della scienza, piuttosto che fare riferimento ai moderni sviluppi della scienza quantistica. Diventa quindi importante concentrarsi su questo cambiamento di paradigma, perché può determinare la crescita di una nuova visione concettuale che può pilotare sistemi collaborativi di “Open Innovation” nella nuova prospettiva creativa, con l’obiettivo di dare nuova priorità per il processo di pianificazione del design moderno al fine di attuare una innovazione trasformativa per lo sviluppo sostenibile.

“Ampliare la cognizione umana e della comunicazione”

L’espansione della conoscenza umana e la capacità di comunicazione ha avuto le sue radici più profonde nella estensione quantum della conoscenza, che sono stati trasferiti dalla fisica alla biologia alla genetica …, producendo continui successi della scienza e di stabilire una comprensione più sistemica dell’innovazione sia, nel suo sviluppo concettuale e anche nella sua tecnologia pratica applicazione.

Il vertice di questa estensione della conoscenza quantistica, è attualmente al centro nella prospettiva di migliorare le nostre conoscenze sul funzionamento del cervello (cervello Quantum Theory -QBT) (2). Questa interpretazione implica un cambiamento radicale nel pensiero scientifico, che determina una grande e convergente impatto nella sfera della cultura creativa della scienza e nell’arte contemporanea. In realtà, l’introduzione di moderni concetti quantistici, ora applicate alla attività funzionale e di comunicazione del cervello, provoca il superamento della distinzione arbitraria tra “soggetto e oggetto di percezioni visive e sensoriali”. Questo porta a cambiare radicalmente della cultura riduzionista che è incluso nel paradigma “meccanico” della scienza classica. Il riduzionismo meccanico della scienza, è stato accettato come valido e talvolta reso abbastanza indiscutibile dalle accademie scientifiche, per tutta l’epoca industriale. Di conseguenza, il cambiamento concettuale, ora in base all’estensione della conoscenza applicata al cervello quantistico funzionante (QBT), consentirà di accelerare lo sviluppo di cognitivo a lungo termine e l’innovazione sociale, solo a seguito di un avanzamento della conoscenza non più limitata da vecchi modelli meccanici.

Il progetto <Quantum Creatività>: per rinnovare il futuro della percezione (3)

La scienza quantistica e oggi l’arte si propone di guardare a ciò che esiste con i nuovi occhi della mente quantistica. Questo nuovo approccio permette di superare il modello meccanico di interpretazione che tratta il “occhio / cervello” ad un ricevitore passivo di immagini del mondo esterno, sulla base della metafora del foto-videocamera. Questo vecchio modo di pensare la percezione del cervello come una riproduzione passiva di immagini, che sono direttamente connessi ad una realtà oggettiva indipendente dall’osservatore, toadays non ha più ragione di esistere. Infatti, attraverso l’applicazione della moderna scienza quantistica e attraverso le ricerche di immaginazione risonanza magnetica, fatta durante il funzionamento del cervello attivo, ora diventa possibile cambiare la concezione riduttiva del funzionamento del cervello, del modello meccanico della scienza (4). QBT si basa sullo sviluppo del cervello come un computer super-quantistico e questo nuovo approccio ci permettono di studiare e prevedere vedendo le nostre interazioni con l’ambiente del materiale. Pertanto, nel nuovo modo interpretazione visiva, che viene generato dall’estensione della scienza quantistica alle attività delle funzioni cerebrali, si undersand che cosa effettivamente vedere e sentire prende la forma di alcuni scenari virtuali che ci mostrano il probabile aspettativa delle nostre interazioni con l’ambiente. Pertanto, il QBT, attraverso il superamento della separazione arbitraria tra soggetto e oggetto della percezione, ci permettono di “predire il futuro” delle nostre possibili azioni nel mondo esterno. In questo senso, la nuova interpretazione del funzionamento quantistico costruttiva del cervello, ci permette di guardare a nuove opportunità creativa per aumentare ed espandere la limist intellettuale di interpretazione della realtà.

La principale innovazione concettuale di QBT è quindi riconoscere che si tratta di una grande illusione dei sensi la parvenza di una realtà oggettiva indipendente dall’osservatore. Infatti, sulla base di “Uncertaintly Heisenberg” (1927), sappiamo che “i fenomeni quantistici” non “assumere una forma macroscopica definita, purché non siano effettivamente rispettate. Così, fin dalle origini della scienza quantistica, è stata lasciata aperta la necessità di ripensare come l’atto di osservazione in grado di creare quei valori macroscopici che sono quelli che in realtà percepiamo. Il cambiamento cognitivo radicale sostenuta da QBT è che la “realtà oggettiva” è un’illusione creata da un mix di realtà virtuale e tangibile, che ci permette di decidere consapevolmente tra alcune scelte di probabilità che descrive gli scenari della percezione del cervello quantistico. Vari esperimenti confermano che questi valori macroscopici sono davvero “indeterminato”. Così la nostra percezione sensoriale rappresenta un decremento netto dello stato di informazione quantistica acquisite dal cervello. Prof. Elio Conte, un noto ricercatore italiano nel settore del “Quantum cognizione”, messo in chiara evidenza come probabilità alternativa, descritta dagli scenari percettivi, può essere efficacemente osservato nei casi in cui la costruzione della terza dimensione dello spazio determina illusioni ottiche: infatti ad es. calchi di facce concave sono normalmente percepiti in rilievo quando sono illuminati da ricevere la luce dal basso; mentre al contrario possono essere visti come concavo, anche se si ritiene di essere illuminato dall ‘alto (5)

A questo proposito, il progetto “Quantum Creatività” avrà l’opportunità di nuove conoscenze aperta verso una migliore comprensione dei fenomeni quantistici del cervello, sulla base delle attività di comunicazione interpretate mediante l”effetto della Quantum Entanglement le lacune di le sinapsi nanometrici. (6) Variazioni di effetti quantistici in fessure di dimensioni nano-scala delle sinapsi, sembrano sviluppare l’evoluzione funzionale dei livelli di plasticità cerebrale attraverso un’ampia possibilità di modificare la struttura della interattività della trasmissione neurologica di informazioni. In particolare, l’effetto Quantum Entanglement, può catalizzare il rilascio sincrono e la cottura simultanea tra un’ampia rete di neuro-trasmissione. Questa sfida della ricerca sulle nano-suynapses sarà la base di uno studio avanzato del progetto su “Quantum Creatività” che sarà orientato a interpretare le “uniche olistici” proprietà di attività cosciente del cervello umano.

Non ora entrare nei dettagli della ricerca sulla comunicazione quantistica synaptic-, che è ancora in fase di non ben definito, ora possiamo affermare, tuttavia, che, nel contesto dello sviluppo degli studi di “Quantum Creatività”, la comunicazione visiva diventa un processo che, da un lato riguarda l’acquisizione degli aspetti tangibili della realtà percepita, mentre l’altra riguarda i metodi e comportamenti cognitivi di chi guarda. In modo che entro la trasformazione della comunicazione visiva e della percezione, introdotto da QBT, si crea un nuovo rapporto tra il -comunication culturale tra l’uomo e il mondo. Quindi il concetto di “Quantum New Design” diventa particolarmente legato alla natura biologica dell’ambiente in modo tale da deviare dal divorzio tradizionale tra cultura e natura che anche è stato causato da riduzionismo meccanico della scienza. Pertanto, a partire dallo sviluppo della conoscenza quantistica del progetto “Quantum Creatività” mira a superare la grande illusione ingenua dell’oggettività classico, essendo in grado di aprirsi a un progresso nella Realtà Aumentata e altre tecnologie future emergenti di comunicazione interattiva.

Infine, a partire dallo sviluppo della conoscenza quantistica del progetto “Quantum Creatività” mira a superare la grande illusione ingenua dell’oggettività classico, in modo da essere in grado noi di aprire un corso di “realtà aumentata” e / o ad altre tecnologie future emergenti della futura comunicazione avanzata. In conclusione, sulla base del cervello Teoria Quantistica (QBT) la divisione arbitraria tra soggetto e oggetto della percezione umana, diventano considerata come il risultato ingenua del nostro pensiero meccanico. Il pensiero classico, infatti, riduce l’attività cerebrale di una riproduzione passiva di forme, supponendo che essi siano già esistenti nel mondo esterno indipendente dall’osservatore. Così anche la risposta sensoriale sembra diventare completamente separata dal processo di pensiero che interpreta. Questa divisione binaria tra il mondo là fuori e la costruzione del mondo nelle nostre teste, è davvero ingenuo, questo perché si traduce in un falso concetto di oggettività che si basa sull’idea che l’universo è composto di individui che, in qualità di osservatori, possono essere isolati e indipendenti dalla percezione di oggetti costruiti nella nostra testa che esce da una modalità bio-quantum di percezione attiva.

Il QUANTUM PROGETTAZIONE

Abbiamo visto che il quadro paradigmatico del futuro del design è indicato con la sigla “unificazione NBIC-“, che è l’acronimo di: nanotecnologie, biotecnologie, tecnologie dell’informazione e scienze cognitive. Tale unificazione diventerà una sfida importante per migliorare un nuovo tipo di sviluppo, utili per creare il futuro delle tecnologie emergenti, e anche per fare nuovi prodotti e processi produttivi necessari per favorire un cambiamento di scenario futuro, in grado di andare avanti alla crisi contemporanea. Ma in tutte le prove a tal fine si rende necessario attuare un profondo cambiamento di mentalità, che oggi ci si riferisce come “Quantum Design”. (7) Infatti, in futuro lavoreremo con nuovi materiali all’interno dimensioni dello spazio / tempo che non sono macroscopicamente visibili. Così che per manipolare tali materals e campi di energia, diventata una necessità di affinare l’immaginazione scientifica e la fantasia artistica di nuovi designer.

Questo cambiamento di mentalità, che porta ad un significativo abbandono della concezione tradizionale della percezione derivata dalla scienza classica, è quello che vi proponiamo per il nuovo punto di riferimento per la formazione, quando si parla di “Quantum Art e Design.” In realtà, artisti e designer quantistica, devono predisporre se stessi per essere ben consapevoli di avere a che fare con sistemi aperti e complessi, non più tradizionalmente manipolato. Di conseguenza, hanno bisogno di individuare nella nuova cultura della società della conoscenza quantistica, al fine di svolgere un ruolo guida nel cambiamento culturale e sociale. Infatti, nel cuore della sfida creativa dell’arte quantistica e il design, il rinnovamento della “Coscienza” gioca un ruolo cruciale nella comprensione di come si è reso necessario per vedere noi stessi sia come attori e spettatori. Di conseguenza, il romanzo pittura e l’innovazione del design, che è stato progettato attraverso una concezione quantistica, implica per rendersi conto che la soggettività e oggettività sono in verità consolidate in una serie di cognizione e percezione del Thar sono nel complesso “olistica”.

Pertanto, i protagonisti di un progetto di “creatività quantico” si sentono come parte integrante del complesso sistema che si pone sotto la propria azione creativa. Riferendosi a questo nuovo stato d’animo, che sarà in grado di dare sviluppo alla creatività contemporanea, il “Quantum Design” emerge come unione tra scienza quantistica e l’arte, che si integrano profondamente a modellare la comunicazione di una nuova generazione di processi e prodotti innovativi, principalmente avere l’uso dei nuovi materiali di dimensioni molecolari e di dimensioni nanometriche. Infine, anche la comunicazione visiva di “Quantum Design” potranno godere con i nuovi sistemi di comunicazione che hanno un settore emergente nel futuro sviluppo delle tecnologie di realtà aumentata. (AR). La comunicazione visiva in “AR” è un processo mediante il quale da un lato riguarda l’acquisizione e la trasmissione degli aspetti tangibili della realtà percepita, e l’altro riguarda i comportamenti cognitivi ed emotivi ed empatici di chi guarda. Entrambi questi aspetti gradualmente cambiare solo dopo l’estensione della conoscenza della conoscenza Quantum nel corso dello sviluppo di QBT.

In Synthese sarà importante sottolineare che la trasformazione della comunicazione visiva e della percezione, genererà un nuovo rapporto -comunication culturale tra l’uomo e il mondo, in modo che la “Progettazione Quantum” diventerà ‘particolarmente legato alla natura biologica dell’ambiente, in tal modo dissociandosi dal divorzio tradizionale tra “cultura e natura”, in quanto quest’ultimo è causato anche da ‘obsoleto riduzionismo meccanico della scienza classica.

AREA CHIAVE S DI QUANTUM PROGETTAZIONE -Applicazioni di NBIC Technologies

L’atteggiamento mentale derivante dal cambiamento cognitivo della percezione sviluppata nella sfera di QBT, oggi diventa molto utile e importante nel caso del nuovo design e programmazione, nel contesto delle “tecnologie NBIC”, che in una breve sintesi sono:

-Nanotechnology: La tecnologia relativa alle caratteristiche di movimentazione dei materiali su scala nanometrica, come film sottili, polveri sottili, sulla base di grafene e di altri composti

Tecnologia genetica -Bio: l’applicazione della scienza per migliorare l’efficienza degli organismi viventi, o parti o prodotti di organismi viventi nelle loro forme naturali o geneticamente modificati.

ITC: tecnologie di comunicazione, applicate ai sistemi informatici, sia hardware che software, tra cui il networking e delle telecomunicazioni, e gli sviluppi della “Augmented Reality-” 3th-dimensionale.

-Technologies Basata sullo sviluppo delle scienze cognitive: lo studio dei sistemi intelligenti e robotica, con particolare riferimento alle smart-comportamento come computazione quantistica.

Il quadro strategico per Orizzonte Europa 2020 pone nuove idee di ricerca, per la scienza collaborativa e visionario utile per lo sviluppo di tecnologie radicalmente nuove. Questa strategia mira a contribuire notevolmente al raggiungimento di una società basata sulla conoscenza e l’innovazione al fine di ampliare la partecipazione al cambiamento creativo necessario per consentire il ripristino a lungo termine della crisi contemporanea. Quanto sopra è una zona di eccellenza nel suo programma FET (Future Emerging Technology), che si rivolge alle priorità discussi in precedenza “del” Design Quantum “, che saranno orientati per rispondere alle sfide dello sviluppo contemporaneo, correlando l’eccellenza scientifica, leadership di settore, e una vasta diffusione internazionale dell’innovazione.

I principali temi di ricerca trans-disciplinare e sviluppo strategico di “Quantum Design” sono:

a) – Regenerative Design basato sul cambiamento ambientale.

Vedere ad esempio:. http://www.regenerative.com/regenerative-design

Il progetto di riqualificazione: Il termine “rigenerativa” descrive i processi che ripristinano, rinnovano o rivitalizzano le proprie fonti di energia e materiali, così come la creazione di sistemi che integrano le esigenze di sviluppo sostenibile della società, con l’integrità della natura.

Scienza, Design e Rigenerazione strategie in Rigenerativa hanno applicazioni nel risparmio energetico e nel cambiamento delle fonti energetiche a favore della sostenibilità di ‘habitat e delle risorse naturali (acqua, fertilità’ del suolo, biodiversità ‘, recupero dei rifiuti come risorsa, ecc ..)

b) – Progettazione e NANO MATERIALE. Vedi: http://www.scottmize.com/images/nano_wpaper_mize.pdf;

Questi materiali innovativi e dispositivi che hanno nuove importanti caratteristiche ad alte prestazioni (flessibilità, leggerezza, resilienza ..) che sono il punto di partenza di un design moderno. Molti nuovi materiali appartengono alla Molecular nano-scala dimensionale fra loro nanostrutture di carbonio (nanotubi, laminati grafene bidimensionale, bio-polimeri e materiali simili .such nanotecnologie materiali. Prodotti possono essere incorporate in uso tradizionale di migliorare le prestazioni (ad es. Racchette da tennis , pneumatici, medicinali, cosmetici e molti altri ..)

c) CULTURALE ARTE & SCIENZA creatività come interdisciplinare

Vedi: http://www.egocrea.net ; http://edscuola.it/lre.html , Blog: http://dabpensiero.wordpress.com/

Questa e ‘l’area di ricerca e sviluppo di EGOCREANET combinare arte, design, scienza e cultura con le tecnologie emergenti, in una pratica creativa trans-disciplinare sulla base del rapporto tra arte e scienza, e lo sviluppo sociale. Tale progetto è stato reso possibile utilizzando, nel movimento scienza “QARTE” come prima fase di produzione artistica, così come la visualizzazione della scienza per la crescita del capitale umano, o prendendo “ricerca artistica”, come uno dei possibili metodi di integrato sviluppo della creatività. Le interazioni tra scienza, arte e design, sono alla base della proposta di progetto su “Quantum Creatività” promosso da EGOCREANET per implementare un FET-Open 2014-15 programma. (8). Questa idea progettuale, sfida la comunità di ricerca per far progredire l’estensione europea di “scienza quantistica” nel proporre soluzioni ottimali al fine di sviluppare la “Quantum Theory Cervello”, in relazione allo sviluppo della tecnologia di comunicazione della Realtà Aumentata, e anche per diffondere la risultati di un efficace progresso tecnologico della strategia Horizon FET. Nel complesso questa iniziativa. offerte con i fondamenti della conoscenza trans-disciplinare, pensare, agire e l’essere. Questo progetto prpmoted da EGOCREANET si propone di rinnovare i legami tra i diversi approcci allo studio della conoscenza e conoscenze innovative (ad esempio, i modelli e le modalità di percezione e comprensione, la creatività nell’arte e nella scienza e problemi correlati, come, la coscienza, la responsabilità per il pensiero intelligente , lo sviluppo dell’innovazione dirompente nella costruzione del cambiamento sociale e culturale. che precedono sarà progettato in stretta convergenza delle diverse prospettive (ad esempio, fisiche, biologiche, neurali, comportamentali, sociali, epistemologico, ambientali, estetici ed empatici ….. .). Tra le aspettative di base del progetto “Quantum creatività” sarà importante per consentire lo sviluppo di nuove conoscenze e sinergie internazionali, al fine di ottenere un cambiamento concettuale profonda che mira a dimostrare come questi nuovi paradigmi e concetti, concentrati su questo progettazione quantistica, diventerà sempre più importante al fine di avanzare a livelli più elevati di consapevolezza ambientale e per migliorare l’armonia e simbiosi con i sistemi biologici viventi per lunghi periodi di tempo.

Biblio On Line

(1) – DBIC- http://www.nsf.gov/crssprgm/nano/reports/nbic_roco_04_0422_@aaas_57sl.pdf , PM

(2) -QBT – http://www.edscuola.eu/wordpress/?p=45384 ; http://gsjournal.net/Science-Journals/Communications-Mind%20and%20Consciousness/Download/5577 ;

(3) – QUANTUM CREATIVITY: http://www.edscuola.eu/wordpress/?p=45668 ; http://www.caosmanagement.it/52-quantum-art-science-augmented-reality;http://www.edscuola.it/archivio/lre/triadic_quantum%20_energy.pdf

(4) – QUANTUM TRANSFER: http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo_for_print.php?id=22704 ; http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2839811/

(5) – Elio Conte : http://arxiv.org/ftp/arxiv/papers/0906/0906.4952.pdf ; http://www.quantum-cognition.de/Conte/index.htm ;

(6) – Q.BRAIN: http://dabpensiero.wordpress.com/2013/07/25/il-cervello-Quantico-quantum-cervello-nuovo-frontier/

(7) – Il futuro per tutti: http://www.futureforall.org/

(8) -Fet-OPEN:

http://ec.europa.eu/research/participants/portal/desktop/en/opportunities/h2020/topics/9085-ict-19-2015.html

QBT (Quantum Brain Theory per un ritorno al futuro della percezione )

QBT (Quantum Brain Theory per un ritorno al futuro della percezione ). La scienza e l’ arte quantistica propongono guardare quello che esiste con i occhi nuovi della mente quantistica superando in tal guisa il modello interpretativo meccanico che assimila il occhio/cervello ad un passivo ricettore e fedele riproduttore di immagini , sulla base della metafora della macchina fotografica. Il tal modo di vedere a percezione cerebrale come costruzione attiva di immagini e sensazioni diviene un mistero. Diversamente mediane le applicazioni della moderna scienza quantistica e le indagini di Risonanza Magnetica sul funzionamento del cervello nella costruzione attiva delle immagini sensazioni , si modifica sostanzialmente la riduttiva concezione conseguente ai limiti concettuali del modello meccanico della scienza.http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo_for_print.php… Con la QBT il cervello funzionando come un super-computer quantistico ,elabora attivamente la costruzione di scenari percettivi virtuali che ci permettono di indagare e prevedere le nostre possibili interazioni materiali con l’ ambiente. Nel nuovo modi di vedere integrato nella estensione della scienza quantistica al funzionamento cerebrale , gli scenari percettivi che effettivamente vediamo e sentiamo rappresentano una probabile previsione informativa delle nostre possibili interattivita con l’ ambiente . Pertanto la QBT permettendo di superare la arbitraria separazione tra soggetto ed oggetto della percezione , riconduce la rappresentazione cerebrale ad anticipare il futuro delle nostre possibili azioni nel mondo esterno e in tal senso la nuova impostazione costruttiva del funzionamento quantistico del cervello riapre la possibilita’ di aumentare la realta’ nel quadro di un ritorno all’ apprezzamento creativo del futuro che procede al di la dei limiti di quanto e fino ad oggi conosciuto nel quadro riduzionismo meccanico della scienza . Paolo Manzelli 08 /AGO/14 egocreanet2012@gmail.com

Search For Partners to develop Quantum Brain Theory. Paolo Manzelli

Descovering e migliorando la teoria del cervello Quantum l’organizzazione ha implicazioni DEP per comprendere l’evoluzione del cervello umano, nonché per il cambiamento della società della conoscenza. Sviluppare la QBT richiedono approcci trans-disciplinari e nuove idee che trascendono l’approccio meccanico classico della scienza e discipline umanistiche utilizzati per la società industriale obsoleta. Per avanzare in QBT EgoCreaNet ONG di R & S svilupperà il progetto Quantum Creatività tra filosofi, ingegneri, psicologi, scienziati cognitivi, artisti, medici e neuroscienziati volti a stimolare la futura tecnologia emergente della comunicazione realtà aumentata guidato dai bisogni sociali conteporary di trasformare la ricerca di società futura. Questo progetto Quantum Creatività aspira a sviluppare un FET Open Project 2014-15 organizzando una piattaforma in grado di cambiare la concezione tradizionale derivata dai limiti concettuali delle applicazioni delle scienze meccaniche alla capacità del cervello di percepire l’ambiente mondo. Paolo Manzelli <egocreanet2012@gmail.com>; https://www.facebook.com/groups/1557903417770268/?fref=ts

INVITATION NUTRAFRICA PROJECT FIRENZE (IT)

INVITATION : 

Title of the conference open to the public :

“NOURISH AFRICA: FUTURE OF FOOD AND AGRICULTURE INNOVATION”

Goals 
– Finding innovation pathways for Ecological Agriculture and drop down food insecurity 

– Horizon 2020 new challenges & opportunities between Europe and Africa 

 Themes :

-Strengthening capacity building’s alliances for transforming Agro food productivity .

– Developing criteria and  capacity for modernizing agriculture

-Building competency networks in modernizing agro-food to overcome hunger and malnutrition

-Growing resilience between Agriculture -Nutrition and Health within a gender approach.

-Advancing in bio-green economy and blu-ocean innovation priorities in Africa 

————————–
The Nutra Africa Conference will  attend ; project’s partners and stakeholders, and representatives of Regional. National or International ,organizations, researches policy makers, jounalists, and SME’s of other members of private business sectors.

Languages of the conference : both Italian and English without translation

The public conference is open and without any fee.

MACRO-PROGRAM

  • Premeeting H. 16.00-18.00  2014-April 10  afternoon:
  • private project’s “consensus meeting”, restricted to invited project’s partners and stakeholders. Theme: Finalizing the NUTRA-AFRICA proposal on the call “Horizon 2020 – SFS.6.2014: Sustainable intensification pathways of agro-food systems in Africa. This partners’meeting will be held c/ o Regione Toscana  VENUE: HALL  Barbarossa – Palazzo Cerretani – I FLAT – Piazza dell’Unità 1 –Firenze (very near to the centralstation of SMN-in Florence)
  •  
  • 9.00-13.30 2014/April 11 , morning:          public conference, opened to all interested: representatives of Regional, National and International organizations, researches policy makers, journalists, SMEs or other members of private business sectors.

PRELIMINARY PROGRAM :

NUTRA AFRICA (NOURISH AFRICA)  PUBLIC CONFERENCE 11th March 2014 : FIRENZE (IT) c/O Auditorium ECRF. ORGANIZED by EGOCREANET. Preliminary program : 


9.00- 9.15 Welcome od Authorities .
Prof. Marco Bellandi – Prorettore Trasferimento Tecnologico e Presidente IUF –UNIFI.

9.15-9.30 : Introdution of the Conference : Paolo Manzelli , President of EGOCREANET : ” Schifting paradigm of Agro-food Innovation in Africa”. (*)


9.30 -10.00 OPENING OF THE CONFERENCE dr Raffalele de Lutio Ministry of Foreing Affairs V.Director of a DGMO 13 , Mondialization of MFA for Africa .Concept Paper on SUPPORTING THE AGRI-FOOD SECTOR IN AFRICAN SUBSAHARAN.
 

10.00-10.20 Prof Marco Bindi : Agriculture UNIV. Fitrenze :The role of climate change on the agricultural development of African countries: impacts and adaptation strategies”10.20-10.40 – Leonardo Cannizzaro National Council of Research : “Advancing in  blu-ocean innovation priorities in Africa”. 10.40-11.00- Prof Bruno Biavati -Agriculture Dpt. Univ.of Bologna: “Development of knowledge about fermented foods used in Africa.”11.00-11.20- Prof Mario Tredici , Agriculture University of Florence , ““Microalgae: a novel source of high-quality food ingredients to combat malnutrition in Africa”11.20-11.40 Roland Poms – ICC ( International . Crops Corporation _ Austria ) CCI partnership for Africa Agriculture innovation  11.40-12.00 , David Alejandro Solano Grima, – Forest Sciences Centre of Catalonia (ES) and National Institute for Agricultural and Food Research and Technology (INIA) “The contribution of sustainable forestry and agroforestry to food security”,12.00-12.20 – R. C. Gatti, A.Bombelli, CMCC – IAFENT, Viterbo : “CMCC research activites in Africa”; 12.20-12.40 –Mauro Perini .Water Right Foundation “Towards expo 2015: knowin water to nourish the planet ” ; 12.40 13.00 Roberto Negri : NGO VISIS President : Visis, by volunteering a witness from Africa

12.40 -13.00 -Closing lecture :Prof. Donato Romano . Faculty Of Economy University of Florence.”The development of agriculture as a contribution to food and nutrition security in Sub-Saharan Africa”

 13.00 -13.30 –EFB Consultant Presentation : “Europe for Business: our role in the project”

 

2014/March/11.https://www.facebook.com/groups/483765628411000/ ; (*)

 

 

è  CONCEPTUAL PREMISE by Paolo Manzelli : http://www.edscuola.eu/wordpress/?p=39173

  • PREFACE

New pathways for increasing agricultural productivity in Africa calls for an ecologic-agricultural transformation as requested by the strategic framework of Horizon 2020 to encompass traditional agro-industrial productivity and an obsolete agri-business economy.

A support action for spread Horizon strategy of research and innovation of Agricultural transformation in Africa need to explicit the challenging perspective of green economy and blue-ocean revolution.

NUTRA-AFRICA project’s innovation aims to share new models of eco-economic growth both for Europe and Africa , which includes overcoming cultivation declines concerning deforestation and climate changes, to increase land productivity that enhance nutritional quality, food security, reduce poverty and added wealth values across the farming policy development program in Africa.

 

Please confirm your presence in the public conference and in the project meeting,

and please propose an your speech on one of the listed topics,

sending an email to Paolo Manzelli (President of EGO-CreaNET)  egocreanet2012@gmail.com,

 

è  NUTRA-AFRICA is organized by EGO-CreaNET, an R&D onlus at the Business Incubator of University of Florence

è  NUTRA-AFRICA Conference is sponsored by the Ente Cassa Di Risparmio di Firenze and the ChiantiBanca.